Le ordinanze in materia di protezione civile, tra potere di urgenza e urgenza di potere

Abstract

Il presente contributo ripercorre le tappe che hanno condotto all’affermazione del potere di ordinanza di protezione civile. Si tratta di un percorso caratterizzato dalla tensione con principi propri di un moderno Stato di diritto, come quelli di legalità e tipicità dell’azione amministrativa. Tale potere è ricollegato al manifestarsi di eventi emergenziali eccezionali, e si caratterizza, infatti, per una duplice deroga all’ordinamento giuridico. Da un lato vengono dispensati i normali presupposti d’esercizio di ogni singolo potere d’autorità.  Sotto altro profilo, anche il contenuto ha carattere derogatorio, potendo consistere nell’adozione di qualsiasi potere amministrativo, tra quelli previsti dall’ordinamento e produrre perciò i più diversi effetti. Al fine di ricondurre detto potere al rispetto dei parametri costituzionali, giurisprudenza è dottrina si sono impegnati nella ricostruzione dei rispettivi limiti.

Tale processo di tipizzazione è culminato con l’adozione del d.lgs. n. 1/2018, il quale ha riorganizzato il Sistema di protezione civile, dettando un’apposita normativa per le ordinanze. Lo studio vaglia diacronicamente la tenuta di detto complesso Sistema di limiti e vincoli procedurali imposti dal legislatore per l’adozione delle suddette ordinanze, rispetto alla prassi dell’esecutivo. In questo senso la triste contingenza legata all’emergenza Covid-19, fornisce un utile banco di prova. Dall’analisi della prassi emergerà un ruolo complementare delle ordinanze di protezione civile nella gestione dell’attuale epidemia virale, ruolo in grossa parte eclissato dal più agile strumento del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri.

Lo studio si conclude con l’analisi delle tutele giurisdizionali appestabili all’individuo dinanzi a tali strumenti. Come emerge nel corso conclusivo della trattazione, tale tutela varia significativamente in ragione della natura normativa o amministrativa che si riconosca a tali atti.

https://doi.org/10.14276/2610-9050.2312
PDF

Riferimenti bibliografici

ALLEGRETTI U., Il Codice della Protezione Civile (d.lg. 2 gennaio 2018, n. 1), in Aedon, Rivista di arti e diritto on line, 1, 2018,

ARCURI A., Il Governo delle emergenze: i rapporti tra decreti-legge e ordinanze di protezione civile dal terremoto dell’Aquila al crollo del ponte Morandi, in Osservatorio sule fonti, 2, 2019,

ARCURI A., Il governo delle emergenze: i rapporti tra decreti-legge e ordinanze di protezione civile dal terremoto de L’Aquila al crollo del ponte Morandi, in Osservatorio sulle fonti, 2, 2019,

BELLETTI M., La “confusione “nel sistema delle fonti ai tempi della gestione dell’emergenza da Covid-19mette a dura prova gerarchia e legalità, in Osservatorio costituzionale, 3, 2020,

CARDONE A., La «normalizzazione» dell’emergenza. Contributo allo studio del potere extra ordinem del Governo, Giappichelli, Torino, 2011, pp. 119 ss,

CASSESE S., I paradossi dell’emergenze, in Annuario 2005 dell’Associazione Italiana dei Professori di dritto amministrativo, 2006, Giuffrè, Milano, pp. 221 e ss,

CAVALLARO M. C., La decisione politica nel tempo dell’emergenza sanitaria, in questa stessa Rivista,

CAVALLARO M. C., La rilevanza delle valutazioni tecniche nel procedimento di formazione del provvedimento amministrativo e i profili del sindacato giudiziario. Il caso delle ordinanze di necessità, in Giustamm.it, 2011,

CERULLI IRELLI V., Principio di legalità e poteri straordinari dell’amministrazione, in Dir. Pubb., 2, 2007,

CHIEPPA R., GIOVAGNOLI R., Manuale di diritto amministrativo, Giuffrè, Milano, 2018, p. 91,

CHITI M. P., Il rischio sanitario e l’evoluzione all’amministrazione dell’emergenza all’amministrazione precauzionale, in Annuario 2005 cit., pp. 141 e ss,

CORSO G., Manuale di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2017,

GIANNINI M. S., Diritto amministrativo, Vol. II, Giuffrè, Milano, 1988, pp. 703 e ss,

GIANNINI M.S., Potere di ordinanza e atti necessitati, in Giur. compl. Cass. civ., 1949 pp. 949 e ss,

GIUFFRÈ F., Calamità naturali ed emergenza nella transizione costituzionale italiana; spunti a propositi di retaggi statualistici e nuova ispirazione autonomistica, in Diritto e Società,1, 2011,

LUCIANI, Il sistema delle fonti del diritto alla prova dell’emergenza, in Rivista AIC, 2, 2020, pp. 109 e ss,

MASSA M., Le zone d'ombra della giustizia costituzionale: i regolamenti dell'esecutivo, in Astrid Rassegna, 13, 2010,

MAZZARITA G., L’irresistibile tentazione del potere di ordinanza, in Osservatorio sulle fonti, 2, 2011,

MAZZARITA, G. L’emergenza costituzionale. Definizione e modelli, Giuffrè. Milano, 2003,

MORBIDELLI G., Delle ordinanze libere a natura normativa, in Dir. amm., 1, 2016,

MORRONE A., Le ordinanze di necessità e urgenza, tra storia e diritto, in VIGNUDELLI A. (a cura di), Istituzioni e dinamiche del diritto. I confini mobili della separazione dei poteri, Giuffrè, Milano, 2009, pp. 133-184,

MOSCARINI A., Sui decreti del governo “di natura non regolamentare” che producono effetti normativi, in Giurisprudenza costituzionale, 6, 2008, pp. 5075-5108,

PALADIN L., In tema di decreti-legge, in Riv. Trim. Dir. Pubb., 1958, pp. 554 e ss,

PEPE V., La gestione dei rischi nel codice della protezione civile. Brevi note sul sistema italiano e francese, in federalismi.it, 8 Gennaio 2020,

PERFETTI L., Legge-provvedimento, emergenza e giurisdizione, in Diritto Processuale Amministrativo, 3, 2019, pp. 1021 e ss,

PINO G., Conflitto e bilanciamento tra diritti fondamentali. Una mappa dei problemi, in Etica e Politica, 1, 2006,

PIZZORNO S., Covid-19 e ordinanze del Governo. In particolare, i decreti del Presidente del Consiglio quali strumento necessario per far fronte alla pandemia, in Rassegna Avvocatura dello Stato, 2020,

RAMAJOLI M., Potere di ordinanza e Stato di diritto, in Studi in onore di Alberto Romano, Editoriale Scientifica, Napoli, pp. 735-760,

RAZZANO G., Il Codice di protezione civile e il suo decreto correttivo, fra emergenze e rientro nell’ordinario, in Liber amicorum per Pasquale Costanzo, 17 marzo 2020, disponibile in www.consultaonline.it,

RESCIGNO G. U., Sviluppi e problemi nuovi in materia di ordinanze di necessità ed urgenza e altre questioni in materia di protezione civile alla luce della sentenza n. 127 del 1995 della Corte costituzionale, in Giur. cost., 3, 1995,

ROMANO S., Sui decreti-legge e lo stato di assedio in occasione del terremoto di Messina e Reggio-Calabria, in Rivista di diritto pubblico, 1909, p. 251-272,

ROSSELLI O., La riforma della Presidenza del Consiglio dei Ministri: problematiche inerenti alle fonti del diritto, in Osservatorio sulle fonti, 1999, pp. 45 e ss,

SALOMONE V., Le ordinanze di protezione civile ed il rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario con riguardo alle procedure di affidamento dei contratti pubblici, in Foro amministrativo-CDS, 2008, pp. 954 e ss,

SALVIA F., Il diritto amministrativo e l’emergenza derivante da cause e fattori interni all’amministrazione, in Annuario 2005, cit., pp. 93 e ss,

SANDULLI A.M., Manuale di diritto amministrativo, Jovene, Napoli, 1989, pp. 56 e ss,

SCHIAVELLO A., MANIACI G., PINO G., (a cura di) Interpretazione del diritto e bilanciamento tra principi, in Diritto e questioni pubbliche, 2002, n. 2,

SICILIANO F., Icaro, Perseo e la Gorgone: dal diritto amministrativo dell’emergenza al modello di declinazione della paura da pandemia, in Il diritto dell’economia, 2, 2020, pp. 37-70,

VENTIMIGLIA C., Un’emergenza de inefficienza: poteri di ordinanza extra ordinem in materia di protezione civile, in Il Consiglio di Stato, 4, 20.

Gli autori che pubblicano su questa rivista accettano le seguenti condizioni:

    1. Gli autori mantengono i diritti sulla loro opera e cedono alla rivista il diritto di prima pubblicazione dell'opera, contemporaneamente licenziata sotto una Licenza Creative Commons - Attribuzione che permette ad altri di condividere l'opera indicando la paternità intellettuale e la prima pubblicazione su questa rivista.

    1. Gli autori possono aderire ad altri accordi di licenza non esclusiva per la distribuzione della versione dell'opera pubblicata (es. depositarla in un archivio istituzionale o pubblicarla in una monografia), a patto di indicare che la prima pubblicazione è avvenuta su questa rivista.

  1. Gli autori possono diffondere la loro opera online (es. in repository istituzionali o nel loro sito web) prima e durante il processo di submission, poiché può portare a scambi produttivi e aumentare le citazioni dell'opera pubblicata (Vedi The Effect of Open Access).