Ricchezza e complessità come indici di sospetto: brevi riflessioni in margine alla lotta alla criminalità economica
PDF

Come citare

Castaldo, A. R. (2013). Ricchezza e complessità come indici di sospetto: brevi riflessioni in margine alla lotta alla criminalità economica. Studi Urbinati, A - Scienze Giuridiche, Politiche Ed Economiche, 61(4), 627–632. https://doi.org/10.14276/1825-1676.113

Abstract

L’evoluzione subita dalla criminalità economica nel corso degli anni risente dell’operare di molteplici fattori.

Uno degli aspetti più interessanti e logicamente prioritari nell’esame dell’iter richiamato attiene alla trasformazione socio-culturale dell’atteggiamento della società nei confronti del ‘povero’.

Fino all’incirca al secondo dopoguerra, infatti, la condizione economica disagiata era considerata indicativa di pericolosità sociale, in ragione della limitatezza di risorse e del basso grado culturale del ‘disadattato’.

Secondo il sentire comune dell’epoca la povertà era sintomo di propensione al crimine; da qui una derivata normazione tesa al controllo ed al contenimento del rischio.

(… segue …)
https://doi.org/10.14276/1825-1676.113
PDF